mercoledì 11 marzo 2009

DONNE...



Domenica volevo scrivere un post sulle donne... Ma come donna non sono a favore di una festa per noi, di un giorno per celebrarci (autocelebrarci). Poi i lavori domestici, il pranzo, i dolcetti da preparare per i nostri amici che sarebbero venuti a trovarci, mi hanno distratta da questo intento che già in partenza mi convinceva poco.
Non serve un solo giorno per ricordare avvenimenti storici, personaggi che hanno plasmato il mondo e chi ci sta più vicino (mamma, papà, donne...).
Ogni giorno, ogni attimo la nostra memoria, anche se inconsapevolmente, credo sia intrisa di "memorie"... Un giorno per noi non è una conquista nella lunga, dolorosa, silenziosa, annosa, infinita "battaglia" alla parità dei sessi...
Battaglia, parità dei sessi, credo vadano fatti dei distinguo: pari dignità, pari diritti (e doveri) questo perseguo, ma sono felice di essere donna e non mi interessa essere uguale ad un uomo! Ogni gesto che noi donne facciamo è un tributo alla nostra femminilità che va preservata.

E' festa ogni sera che stanche dal lavoro, prepariamo la cena e con amore apparecchiamo con cura per la nostra famiglia; è festa la passione che mettiamo in ogni cosa, al tocco magico che trasforma le case al nostro semplice passaggio; è festa quando i nostri cari ci guardano con gli occhi carichi di amore a ammirazione per ciò che siamo e facciamo; è festa ogni volta che sappiamo plasmare la tela e creare, con forbici, ago e filo, i nostri meravigliosi lavori e ricami dal nulla.
Sono una celebrazione della nostra identità i blog, così diversi ma tutti, incantevoli proiezioni dell'anima bellissima di chi li crea e li arricchisce...

Non cerco la parità a tutti i costi, ma rivendico i miei diritti, lotto per non avere sconti nella vita e per ottenere ciò che ho con merito e fatica.
Non rinuncerei mai alla galanteria che marito dei sogni mostra, dopo 14 anni che ci conosciamo... nelle piccole cose, come nelle grandi... Non rinuncerei mai ad una serie di prerogative tutte femminili:, due su tutte: la mia fragilità che sa rendermi, all'occorrenza, forte come una roccia e il dono meraviglioso di poter creare la vita e di sacrificarla, senza pensarci, per il bene dei figli...

Ecco un saggio di ciò che è e può fare una donna con il suo amore e la sua assoluta bravura. Dal mio armadio dei sogni, un lenzuolo con mimose ricamate a punto pieno e punto nodini, dono di nozze di nonna dei sogni!






6 commenti:

Mo' ha detto...

mi son commossa..... :)

auguri anche a te, donna di tutti i giorni e donna dei sogni :

Berty ha detto...

x Mo':

Sei davvero un tesoro... Grazie!
L'amicizia fra donne fa bene al cuore!

Berty

maman O ha detto...

Cara Berty, grazie del commento, ma venendoti a trovare e leggendo quanto hai scritto tu mi sono resa conto d'aver scritto in modo un po' stringato... tu sì cge hai espresso in maniera efficace quelli che sono i sentimenti che ci amimano un po' tutte... Grazie
E magnifica la tua tovaglia con le mimose ; una tecnica mista tra punto pieno e punto nodini. Il mio cuore scompare accanto ad essa!
Le foto della tua pianura mi hanno ricordato il periodo dell'università: Pavia, le cascine che incontravo tra Cremona e Piacenza.. E' vero anche la nostra pianura. in certi momenti è ricca di fascino!
Ciao, buona serata ed un abbraccio Ornella

Berty ha detto...

x Ornella:
Hai proprio occhio!!! :)
Eh eh la zona dove vivo è esattamente quella... mollemente adagiata sulle rive del Po, raramente toccata da questi sprazzi di luce dorata e cielo turchino.

Berty

girasolina ha detto...

Condivido in pieno con te la tua idea di donna e tutto quello che hai scritto.
A presto
Stefania

Antonella ha detto...

Cara Berty, le tue parole mi hanno toccato il cuore...la penso esattamente come te...Grazie per queste tue bellissime parole:o)

Un abbraccio
Anto:o)