sabato 13 giugno 2009

UN RISOTTINO PARTICOLARE

Ci sono alcune giornate che sembrano non finire mai...
Al lavoro c'è tanto, troppo da fare, specie quando si è solo e definitivamente in due...
Quando marito "dei sogni", ormai da troppo tempo non ha ferie e non riesce a tornare a casa all'orario normale...
E così anche le normali faccende di casa si accumulano inesorabilmente, complice il caldo che, nonostante ancora sia sopportabile, si comincia a far sentire...
Le verdure dell'orto cominciano a proliferare e il frigorifero a scoppiare, il giardino reclama, i panni da stirare ululano dalla lavanderia, i libri e gli appunti per le mie ricerche giacciono nello studio abbandonati e il senso di colpa comincia anch'esso a bussare...
Quando succede questo vorrei fuggire, partire, andare e tornare sperando che una magia riesca a far sparire tutto, riordinare il riordinabile, stirare lo stirabile, cucinare il cucinabile, il tutto lasciando una scia di ordine, profumo e magari anche un po' di gioiosa musichetta!
Purtroppo la magia si compie il sabato, o meglio LA COMPIO il sabato, giornata in cui sono a casa dal lavoro mi dedico alla mia casetta dei sogni (che talvolta ha qualche tendenza all'incubo!!! :D)
Ecco, ieri è stata una giornata di queste!!
Arrivate le otto di sera senza che noi ce ne accorgessimo, pronti per una doccia veloce e, finalmente, per sederci a cena, con sgomento di marito d.s. affamatissimo, mi sono accorta di non aver nulla di pronto per cena...
Ed ecco che, pensando ai miei adorati frutti di bosco, dopo un self-service veloce nell''orto, mi è venuta un'idea veloce, carina, ottima e di grande effetto per risollevare una giornata faticosa e mesta oppure per una cenetta un po' speciale o, ancora, per stupire gli amici!

RISOTTO DI LAMPONI AL PROFUMO DI TIMO
PER 2 PERSONE:
140 gr. di riso Carnaroli
1 cestino di lamponi belli maturi
brodo vegetale
1/2 cipolla o preferibilmente cipollotto fresco
burro (o olio extravergine di oliva)
1/2 bicchiere di vino bianco
qualche rametto di timo fresco

Bisogna pulire i lamponi e tenerne da parte qualcuno per guarnizione; i restanti vanno passati al colino per eliminare i semini che renderebbero aspro il risotto.
Il cipollotto va mondato, affettato e soffritto nel burro (io uso l'olio per l'intolleranza al lattosio); poi si aggiunge il riso, lo0 si lascia tostare qualche istante per poi sfumarlo con il vino bianco. Si procede poi come per un normale risotto, aggiungendo il brodo vegetale poco per volta. A pochi minuti dalla cottura va aggiunta la passata di lamponi. A fuoco spento si aggiunge il timo tritato, infine il risotto va mantecato con una noce di burro.

Ovviamente la mia versione di ieri sera è stata decisamente più rapida, senza cipollotto e con brodo vegetale di dado, tuttavia questo è il delizioso, gustoso risultato di una ricetta rielaborata dopo aver assaggiato l'originale in un ristorantino della nostra zona.
Questo è il risultato finale:


10 commenti:

Marm ha detto...

Beh, si cucina tale novità senza condividere con parenti ed amici? Ne approfitti, Birby, perchè Marm chiude per ferie? Surgela un po' di lamponi che quando torno riproduco. Grossissimi baci. Marm

Mariarita ha detto...

Wooooooow lo farò a mia figlia...adora i lamponi!!! Grazie!!!
I sempre fatto alle fragole e melone ma questo non lo conoscevo favvero sfizioso.
Brava!!!
Baci e buon w.e.
Mariarita

Milly ha detto...

Eh come capisco quelle giornatine tanto simpatiche , nelle quali una vorrebbe essere dappertutto piuttosto che nella sua casina...
Sigh...
ma una tale ricettina sfiziosa e di sicuro buonissima, avrà risollevato gli animi!
mamma che fameeeee...
bravissima Roberta!
uno splendido fine settimana!
Milly

girasolina ha detto...

I lamponi mi piacciono molto ma con il risotto non li avevo mai provati.
Io in questo periodo vado avanti con pasta pomodoro fresco e basilico.
Che fame!
Un abbraccio
Stefania

Berty ha detto...

x Mariarita:
il risotto al melone l'ho scoperto da poco, in realtà, anni fa, avevo assaggiato delle deliziose lasagnette al melone in una particolare cena tutta a base di frutta.
Un bacione e buon w.e. anche a te!!!

Berty

Berty ha detto...

x Milly:
già! E' che da qualche tempo a questa parte, non so perchè, ma sono tutte giornatine tipo quella descritta, acci!!!!
Buona domenica, bacioni!

Berty

Berty ha detto...

x Stefy:
tra poche settimane, anche il nostro orto sarà "invaso" da pomodori (ma anche zucchine e cetrioli) e allora sarà un tripudio di pasta al pomodoro, che resta sempre la più buona!!!
Buonissima domenica!!!!!

Berty

Sachertorte ha detto...

Ma guarda che Risotto dei Sogni che sei riuscita a cucinare!!!! Brava...e soprattutto fortunata ad avere i lamponi nell'orto...io un anno li ho piantata ma non ne ho mangiato neppure uno!!!! Mi rifarò a luglio Austria dove i frutti di bosco abbondano e proverò sicuramente la tua sfiziosissima ricetta! Un bacione e non preoccuparti delle faccende arretrate....sei in grande compagnia!!!!! A presto, Nadia

Berty ha detto...

x Nadia:
adoro i frutti di bosco... Li abbiamo da anni in una zona molto umida dell'orto: more succosissime, ribes bianco, lamponi (che due anni fa sembravano mezzi morti e invece...... Quest'anno ho piantato anche l'uva spina (che mi piace un sacco) ma non ha fatto nè fiori nè frutti e i mirtilli... Una sola piantina, per provare... Pensavo che in pianura, col caldo, non attecchisse e invece, sono buonissimi e già maturi!
Splendida l'Austria!!! Fai una scorpacciata di bontà anche per me!!!
Un bacione

Berty

Elena ha detto...

Ciao Berty, che piacere fare la tua conoscenza!!! Il tuo risottino dev'essere delizioso... lo proverò senz'altro! Come condivido con te le sensazioni di un sabato iper attivo... alle volte vorrei avere una bacchetta magica e... ZAP - ZAP - ZAP! Sistemare tutto in un baleno...
Baci, Elena.